loader image

Il Coaching: che Cos’è?

da Feb 2022Blog

“Follia è fare sempre le stesse cose aspettandosi risultati diversi”
Albert Einstein

“Coaching: di cosa si tratta e come può aiutare le persone a raggiungere i propri obiettivi facendo emergere le proprie risorse interiori e liberandosi delle zavorre che limitano la direzione di vita che si vuole intraprendere”

1. Cos’è il coaching

Il coaching è una metodologia di supporto che, attraverso un processo creativo, stimola la riflessione, ispirando a massimizzare il pieno potenziale personale e professionale di chi lo utilizza.

Si basa su una relazione di partnership fra coach e cliente (coachee) ed è orientato a mettere a fuoco gli obiettivi personali e professionali e a strutturare un piano d’azione per raggiungerli nelle modalità e nei tempi definiti dal coachee.

Il coaching permette di potenziare i talenti e le risorse interne del coachee, scardinando le convinzioni limitanti e ristrutturando le abitudini e i comportamenti al fine di affrontare al meglio il nuovo e gestire la paura del cambiamento.

2. Da dove viene?

. Il termine “coach” rimanda a due significati:

  • dal francese “coche” (carrozza), come metafora di un mezzo che raggiunge
    una destinazione guidato da un cocchiere
  • dall’inglese “coach”, che richiama l’allenatore nello sport, che mette l’atleta
    nella condizione di essere al suo meglio per accedere alla propria migliore
    performance.

Entrambe sono parole che ben riassumono il ruolo del coach: una figura esperta che guida il cliente a raggiungere i suoi obiettivi e a essere nella forma migliore per eccellere nelle prestazioni.Il Coaching è una disciplina relativamente nuova in Italia, e si è affermata negli Stati Uniti nella seconda metà del novecento, grazie a W. Timothy Gallwey, allenatore della squadra di tennis dell’Università di Harvard e creatore di una massima quanto mai attuale:
“C’è sempre un gioco interiore in corso nella nostra mente, non importa in che altro gioco siamo impegnati. Il modo in cui lo affrontiamo è quello che spesso fa la differenza tra il nostro successo e il nostro fallimento”

Ed è proprio questo che fa un bravo coach: porta a galla il gioco interiore del coachee per offrire spunti di consapevolezza su ciò che lo guida nei processi di pensiero, nei processi emozionali, nei processi decisionali e linguistici, ed eventualmente lo aiuta a modificarli, laddove non siano funzionali al raggiungimento degli obiettivi che il coachee vuole raggiungere.

Il coaching è stato inizialmente utilizzato nell’ambito sportivo e artistico, ma si è molto presto allargato al campo della vita di tutti i giorni, del business, del benessere, dell’educazione, dell’equilibrio emotivo.

3. Come si struttura il percorso di coaching

Il percorso è estremamente pragmatico ed efficace, parte dal presente per muoversi verso il futuro che il coachee desidera, con estrema chiarezza sulla direzione da prendere e sui risultati che si vogliono ottenere.

Il coach supporta il coachee nella definizione strutturata degli obiettivi che si vogliono raggiungere con il percorso e i benefici che ci si attende da esso, e poi lo guida sessione dopo sessione a potenziare le proprie risorse, a lasciare andare le resistenze e a costruire un piano di azione che lo porterà verso gli obiettivi definiti.

Il coach ha piena fiducia nel processo di coaching e nelle capacità del coachee di trovare dentro di sé le risposte giuste alle domande che gli pone.

Il coach non dà risposte, ma pone le giuste domande. Le risposte sono già dentro al coachee, vanno solo fatte emergere.

Il percorso di coaching non è da confondersi con la psicoterapia o con altre terapie di aiuto, anche se può coesistere con esse, ed è erogato da professionisti appositamente formati e riconosciuti da istituzioni esterne che ne misurano esperienza e competenza (es. ICF – International Coaching Federation, o EMCC – European Mentoring and Coaching Council).

4.  Benefici attesi

Il coaching rappresenta un potente strumento che aiuta le persone a:

  • sviluppare una maggiore consapevolezza di sé e di ciò che vogliono nella vita sia a
    livello personale che professionale
  • ritrovare il proprio equilibrio e sviluppare fiducia nelle proprie capacità
  • identificare i propri talenti e punti di forza
  • lasciare andare le resistenze al cambiamento
  • trasformare comportamenti disfunzionali in abitudini potenzianti
  • stimolare il coraggio riuscendo a gestire la paura
  • scardinare il timore di sbagliare e del giudizio esterno
  • affievolire la voce del giudice interiore
  • smettere di auto-sabotarsi
  • migliorare le proprie prestazioni
  • perfezionare l’efficacia della propria comunicazione
  • sviluppare specifiche abilità, sia personali che professionali
  • creare un piano d’azione mirato per andare con determinazione nella direzione
    stabilita e ottenere risultati concreti

Queste pratiche possono aiutare il coachee a superare le sfide e a raggiungere il
successo che desidera e merita, in qualsiasi ambito della sua vita.

5.  Ambiti di applicazione

  • Vita privata
  • Vita professionale
  • Relazioni familiari o professionali
  • Aziende
  • Leadership
  • Genitorialità
  • Sport
  • Arti
  • Studio
  • Adolescenza
  • Orientamento professionale
  • Momenti di forte cambiamento di vita personale o professionale
  • Momenti di difficoltà o di sfida

6.  Caratteristiche di un buon coach:

Non esiste IL coach perfetto per tutte le persone, esiste il coach che fa per te sulla base di ciò che cerchi e dell’affinità che avete come persone.
Certamente è indispensabile che un buon coach abbia caratteristiche quali:

  • Rispetto del codice etico e della privacy
  • Padronanza degli strumenti di coaching
  • Capacità di ascolto attivo
  • Empatia
  • Presenza
  • Maestria nel fare domande potenti che sollecitino la consapevolezza
  • Capacità di ispirare il coachee a costruire la direzione di vita che desidera
  • Abilità a motivare il coachee a definire e mettere in pratica il piano d’azione condiviso
  • Fiducia nelle capacità interne del coachee
  • Rispetto del processo interno e delle modalità decisionali del coachee
  • Capacità di stare in silenzio e di adeguarsi ai tempi del coachee

In questo momento c’è una proliferazione di persone che si definiscono coach, anche senza averne le caratteristiche e la formazione adeguata.

Il mio consiglio è di verificarne la formazione, le credenziali rilasciate da enti certificatori esterni (come per esempio ICF o EMCC, che attestano esperienza e competenza dei coach), richiedere referenze e fare una prima chiacchierata conoscitiva per verificare se il coach che stai scegliendo può fare davvero per te e se si instaura da subito una relazione di empatia e di supporto.

7.   Risultati del coaching

Numerosi sono gli studi che testimoniano l’efficacia dei percorsi di coaching, sia dal punto di vista personale che professionale.

Sul sito ufficiale dell’ICF- International Coaching Federation, sono presenti studi accreditati che riportano i risultati associati ai percorsi di coaching.

Per approfondire puoi cliccare qui:
https://researchportal.coachingfederation.org/
https://coachingfederation.org/research

In particolare, i risultati del coaching nella vita personale e professionale sono rappresentati nella seguente tabella:

Per quanto riguarda il Business Coaching, il Financial Time nel 2002 ha pubblicato uno studio in cui l’International Personnel Management Association dimostrava come la produttività del personale aumentava dell’88% a seguito dell’utilizzo del coaching in azienda.

A livello di leadership, uno studio pubblicato dalla Manchester Review ha riportato le risposte dei dirigenti che a seguito del percorso di Executive Coaching hanno riconosciuto miglioramenti nelle seguenti aree:

  • Rapporti di lavoro con i collaboratori diretti: 77%
  • Rapporti di collaborazione con i superiori: 71%
  • Lavoro di squadra: 67%
  • Rapporti di lavoro con i colleghi: 63%
  • Soddisfazione sul lavoro: 61%
  • Riduzione dei conflitti: 52%
  • Impegno organizzativo: 44%
  • Rapporti di lavoro con i clienti: 37%

8.   Cosa fare ora?

Ti invito a contattarmi per una breve chiacchierata gratuita. Verificheremo insieme se sono la persona giusta per te, se ti piace il mio stile, se quello che ti offro può aiutarti a raggiungere i risultati che desideri e meriti in qualsiasi ambito della tua vita.

Io sono una coach professionista certificata da ICF – International Coaching Federation come PCC – Professional Certified Coach. Ciò significa che un ente certificatore esterno ha riscontrato la mia esperienza e competenza come coach, cosa che mi distingue dalla maggior parte dei / delle coach in circolazione.

Ho molti anni di esperienza nella guida e nell’allenamento di persone e aziende, e tutto quello che propongo l’ho prima testato su di me e ne ho comprovato l’efficacia.

Non esitare, vai nella sezione Contatti del sito e compila il modulo, ti risponderò personalmente quanto prima

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *